• Antonio Aucello

Il Tempo delle Fate





Prima di cominciare ti chiedo di mettere in play questo audio

e di concentrarti sul meraviglioso momento che stai vivendo.


Non c’è respiro che abbia un proprio eguale e niente è per caso. Perciò, per ricevere quello che queste parole possono offrirti, concediti di essere in pace e presente per questo momento.


Asserisci con queste parole (che se fossi in te scriverei subito anche sullo specchio del bagno per leggerle con inerme sincerità più e più volte al giorno) tratte dalle divine condivisioni di Louise Hay, il tuo desiderio. Ricordati che “la parola crea:


Nello spazio infinito della mia vita,

tutto è perfetto, integro e completo.

Il cambiamento è la legge naturale della mia vita.

Accolgo il cambiamento.

Sono disposto a cambiare.

Scelgo di cambiare le parole che utilizzo.

Mi sposto dal vecchio al nuovo con facilità e gioia.

Perdonare è più facile di quanto credessi.

Perdonare mi fa sentire libero e leggero.

È con gioia che imparo ad amare me stesso sempre di più.

Quanto più risentimento elimino, tanto più amore ho da esprimere.

Cambiare i miei pensieri mi fa sentire bene.

Sto imparando a decidere di fare del presente

una bella esperienza da vivere.

Va tutto bene nel mio mondo.


Sogno o son desto! Negli scorsi articoli sono emersi dei concetti profondi!


Essenza sistemica della vita… reti all’interno di reti… l’interconnessione che ci lega… andare oltre le gerarchie… Sono parte della Catena… Sono un passeggero… sono figlio della Pachamama… ho ricevuto il più grande dono: la vita… dare anziché togliere… l’alleanza tra l’uomo ed il pianeta… il mio mondo interiore è connesso col mondo esterno... l’Uno come simbolo della convivenza… il cerchio e la geometria sacra… la sacralità del Tutto… l’Eros… l’azione… il sentire… il valore biologico della differenza… La vita al centro… “Essere con gli Altri” e non “io prima degli Altri”… Amarmi per poter Amare…


Mi domando come tutto questo sia parte di me e se nella mia vita io stia facendo qualcosa che implementi tale sapere. Sono abitudinario... come te d’altronde… e non è un male!


Il mio invito

Ora prendi carta e calamaio e fatti proprio queste domande:

  • Come sto vivendo l’Unità in questa Esistenza?

  • Come si rispecchia tale Unità in ciò che mi circonda e negli occhi dell’Altro?

  • Cosa voglio fare (o non fare) ADESSO per vivere e far vivere la Meraviglia di cui sono parte?



Ecco che cosa ti chiedo di fare oggi quando ti accingerai a rispondere alle domande di poch’anzi:

  • guardare il Cielo sorseggiando la tua bevanda prediletta e sussurrando con inerme sincerità: “caro Cielo, sono un’amorevole idiota e ti ascolto. Parlami!”. Sono certo che il Cielo ti risponderà amorevolmente;

  • ascoltare l’album Plantasia di Mort Garçon assieme ai lembi di Natura che ti circondano;

  • aprire la finestra e quando meno te lo aspetti gridare: “boroboro!!!”, sperando che qualche passante si volti col volto illuminato.


In fine, ti invito a condividere le tue preziose intuizioni.

113 visualizzazioni

© 2023 by PERSONAL TRAINER. Proudly created with Wix.com